per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

Ambiente e clima: la Ue lancia il nuovo bando ‘Life’ da 337 milioni di euro

Adesioni aperte fino a settembre per partecipare al programma di finanziamento nell'ambito dei progetti europei per la promozione dello sviluppo sostenibile e di iniziative green.

“Ambiente” e “Azione per il clima” sono i due sottoprogrammi nei quali è strutturato il bando pubblicato il 19 maggio dalla Commissione europea, aperto fino a settembre.
Scopo del concorso è promuovere e incentivare progetti riguardanti lo sviluppo sostenibile, attraverso un'economia a basso impatto ambientale, focalizzata su efficienza energetica e tutela e valorizzazione delle risorse naturali.

Il budget totale messo a disposizione nell'ambito del Programma per l'ambiente e l'azione per il Clima - Life 2014-2020 è di 337,5 milioni di euro, così suddivisi: per il primo sottoprogramma dedicato ad ambiente, uso efficiente delle risorse, natura, biodiversità, governance e informazione ambientale sono stati stanziati circa 274 milioni, mentre al secondo, riguardante le azioni per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici e alla governance e informazione in materia climatica, ne andranno 63. Le date di chiusura dei singoli bandi variano a seconda del tipo di progetto presentato.

La call fa parte del Programma per l'ambiente e l'azione per il Clima - Life 2014-2020,
lo strumento finanziario dell’Ue con una dotazione di 3,4 miliardi a supporto di progetti che contribuiscano alla transizione verso un'economia più efficiente dal punto di vista delle risorse, con un taglio delle emissioni di carbonio e la protezione degli ecosistemi e della biodiversità.
Per perseguire questi obiettivi Life agisce sulla politica e sulla legislazione europea, operando sia a livello pubblico sia con la collaborazione dei privati, con un coinvolgimento di società civile,  associazioni e attori locali, in linea anche con il Settimo programma d'azione per l'ambiente, ovvero la strategia comune volta a guidare le azioni future delle istituzioni dell’Ue e degli Stati membri, fino al 2020.

di Elis Viettone

mercoledì 15 giugno 2016
#ASviS_Altre_News

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale