per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

Sottoscrivi la lettera per realizzare un nuovo scenario europeo

L'ASviS e le altre organizzazioni internazionali di Europe Ambition 2030, la coalizione della società civile nata dalla Conferenza alla Camera dei Deputati del 23 marzo, invitano a sottoscrivere una lettera aperta ai Capi di Stato e di Governo per promuovere il ruolo dell’Europa come “leader mondiale degli SDGs”. Ecco il testo dell’Appello.

In un momento in cui molteplici crisi e cambiamenti a livello europeo e globale minacciano la pace, la democrazia e la prosperità, non si può che sviluppare una visione ambiziosa per il futuro dell’Unione Europea.

Ponendo gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, sottoscritti da tutti i Paesi del mondo nel 2015, al centro del progetto europeo, i cittadini e i loro leader possono cogliere l’opportunità senza precedenti di difendere, promuovere e rafforzare ulteriormente il valore europeo e universale della giustizia: giustizia tra diverse generazioni, tra Paesi e tra popoli.

Siamo convinti che l’“Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile” abbia il potere di unire un’Europa sempre più frammentata, cambiare la mentalità della popolazione europea e ricostruire la fiducia, generando un modo di fare business migliore per un mondo migliore e contribuendo alla sicurezza del nostro continente.

Non lasciare indietro nessuno eliminando la povertà estrema, riducendo le disuguaglianze, garantendo l’accesso ai sistemi sanitari, all’educazione, a un’occupazione dignitosa e a cibo nutriente per tutti mentre si protegge l’ambiente è un obiettivo che dovrebbe e potrebbe ispirare i governi europei, le autorità locali, le imprese
e i cittadini ad agire insieme.

Tornando a essere “leader mondiale degli SDGs”, mobilitandole proprie capacità di innovazione e sostenendo i Paesi vicini e quelli in via di sviluppo, l’Unione Europea darebbe un contributo decisivo al miglioramento della qualità della vita dei suoi cittadini e alla capacità umana di prosperare sul pianeta in maniera pacifica.

Crediamo che il conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs nell’acronimo inglese), sia a livello locale sia europeo, rappresenti un’opportunità unica per trasformare la governance europea, in quanto:

  • responsabilizza attori non-statali come le Regioni, le Città, le Imprese, le Università e la Società civile;
  • genera collaborazioni tra attori statali e non-statali per innovare e per creare progetti che accelerino e migliorino l’implementazione;
  • promuove un nuovo ciclo di sviluppo e nuovi modelli di business, dando piena realizzazione al motto “business migliore per un mondo migliore”;
  • allinea la finanza pubblica e privata verso un impatto positivo sul benessere della gente e del pianeta;
  • assicura una giusta transizione per i lavoratori, territori o settori che devono affrontare grandi trasformazioni;
  • fornisce ai cittadini europei nuovi strumenti di trasparenza e partecipazione alle iniziative UE, anche tramite la divulgazione, da parte di tutti, dei risultati realizzati attraverso gli SDGs.

Tutti gli attori europei, che si tratti di Istituzioni, Stati membri o soggetti non-statali possono e devono generare effetti di scala per accelerare la transizione prima che si realizzino danni economici, sociali e ambientali irreparabili.

I loro impegni devono essere guidati da una comune “Tabella di marcia al 2030 per lo Sviluppo Sostenibile Europeo”, basata su target e indicatori scientifici ambiziosi ma affidabili; programmi di azione comune tra attori statali e non-statali; percorsi e orizzonti temporali per il loro raggiungimento.

Crediamo che, concretizzando gli SDGs, gli europei possano costruire insieme, per le presenti e le future generazioni, a una società più prosperosa, competitiva e inclusiva che sia in grado di salvaguardare i diritti fondamentali, la prosperità, la pace e la sostenibilità per tutti alleandosi con i propri vicini e con il resto del mondo.

Ci appelliamo a coloro che credono in questo sogno di “trasformazione europea” per i prossimi 15 anni, affinché diventino membri della “Lega Europea dei Campioni per gli SDGs”, per impegnarsi instancabilmente in questa direzione e contribuire a quello che diventerebbe un risultato senza precedenti nella storia mondiale. 

 

L'Appello può essere firmato a questo indirizzo.

 

a cura di Donato Speroni

giovedì 30 marzo 2017
#ASviS_News_Alleanza

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale