per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

Finanziare l’adattamento urbano ai cambiamenti climatici

L’Aea ha pubblicato un breve report sulle misure di finanziamento dell’adattamento ai cambiamenti climatici. Illustrati 11 casi studio in Europa tra cui il progetto Gaia di Bologna. Con l’obiettivo d’ispirare altre realtà urbane ad agire per l’adattamento.

Investire per l’adattamento ai cambiamenti climatici appare argomento difficoltoso, poiché il ritorno economico è su tempi lunghi ed è talvolta incerto. Dal report dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (Aea), pubblicato il 27 febbraio, emerge che le possibilità di finanziamento sono comunque numerose.

I fondi pubblici (tra cui quota parte del cospicuo 20% budget Ue destinato in azioni per il clima) possono agire efficacemente come leva sui fondi privati. Va considerato inoltre che il cosiddetto “mainstreaming” dell’adattamento ai cambiamenti climatici nel budget di altri settori rende disponibili ulteriori risorse finanziarie.  L’Aea nei messaggi chiave del report, mette in risalto l’importanza della collaborazione intersettoriale per un efficacia delle azioni d’adattamento, per la realizzazione di  benefici collegati  che contribuiscono a ottimizzare  i finanziamenti  e a ridurre i costi.  È cruciale pertanto l’analisi economica preventiva delle diverse opzioni, nella prospettiva di uno sviluppo sostenibile integrato della realtà urbana nella sua interezza.

Il successo nell’implementazione delle misure per l’adattamento non è poi comunque solo una questione di capacità finanziaria ma richiede adeguata consapevolezza dei problemi d’affrontare da parte dei decisori pubblici e privati, dei cittadini e altri portatori d’interesse.

Completa il report un'utile rassegna dei principali strumenti di finanziamento Ue per l’adattamento delle aree urbane ai cambiamenti climatici.


di Luigi di Marco

mercoledì 01 marzo 2017
#ASviS_Altre_News #goal13

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale