per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

IN EVIDENZA NELLA SETTIMANA: I segnali di disagio vanno affrontati con una politica attenta alla sostenibilità e all’inclusione

Mentre si discute il quadro politico, le diseguaglianze si aggravano. L’impegno dell’ASviS per l’elaborazione di una piattaforma di sostenibilità sociale.

“Qualunque governo futuro dovrà fare i conti con questi bisogni, l’Europa per prima dovrà capire che la priorità è la crescita inclusiva e sostenibile”. Iniziamo la nostra cronaca settimanale da questa frase dell’editoriale di Linda Laura Sabbadini sulla Stampa, a commento dei dati Istat sul disagio sociale e subito dopo l’esito del referendum che, al di là del significato specifico sulla riforma costituzionale, ha assunto anche il carattere di richiesta di una politica nuova: “Il no ha vinto con più forza laddove il disagio è più elevato, in particolare al Sud”, sottolinea Sabbadini.

Da tempo l’ASviS va ripetendo che le disuguaglianze troppo accentuate e in crescita creano una situazione di insostenibilità sociale. Un recente rapporto di Oxfam afferma che l’1% più ricco degli italiani detiene il 23,4% di ricchezza nazionale netta, pari a 39 volte la ricchezza del 20% più povero degli italiani. Anche i dati Istat ci dicono che le disuguaglianze aumentano: “Dal 2009 al 2014 il reddito in termini reali cala di più per le famiglie appartenenti al 20% più povero, ampliando la distanza dalle famiglie più ricche il cui reddito passa da 4,6 a 4,9 volte quello delle più povere”. 

Romano Prodi sul Messaggero, parlando della crisi che colpisce l’area politica riformista in tutto il mondo, afferma “Per trovare la principale, anche se non unica, spiegazione di questa tendenza è sufficiente riflettere sugli andamenti della distribuzione del reddito in tutti i Paesi occidentali negli ultimi trent’anni. Ovunque le distanze tra ricchi e poveri sono aumentate e così l’insicurezza sul lavoro e sul futuro”. E aggiunge: “Anche se negli studi accademici la disparità è diventata finalmente uno dei temi più studiati, il mondo politico non riesce a trovare le decisioni necessarie per rimediarvi”.

Nessuno ha la bacchetta magica e le ricette per uno sviluppo davvero sostenibile e inclusivo non sono semplici. Oltre a delinearle sulla carta, è necessario costruire il consenso perché vengano accettate dagli elettori. La prossima Assemblea degli Aderenti all’ASviS, fissata per il 13 dicembre, discuterà tra l’altro come affrontare questa complessità nell’ambito dei programmi dell’Alleanza per il 2017. Come abbiamo detto più volte, il nostro impegno è volto a proporre a tutte le formazioni politiche l’elaborazione di una piattaforma per una politica diversa, più attenta sia alla sostenibilità sociale che a quella ambientale, più proiettata nel medio termine, nella convinzione che la prossima legislatura sarà cruciale per la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030. Questa è la sfida che ci proponiamo di affrontare attraverso i nostri Gruppi di lavoro, costituiti dagli esperti delle associazioni aderenti per ciascun Obiettivo, uniti nella ricerca di proposte comuni e nello scambio delle pratiche migliori.

Nel corso della settimana il sito asvis.it si è anche occupato di:

  • Il Global Climate Risk Index, strumento di analisi degli impatti causati in ogni nazione da eventi climatici estremi, in termini di perdite di vite umane e danni economici, che consente di valutare l’esposizione e la vulnerabilità ai rischi connessi al clima.
  • Il Rapporto “Air quality in Europe 2016” dell’Eea (European Environment Agency), che fotografa i livelli di inquinamento dell’aria in Europa nel periodo 2000-2014 rispetto agli standard europei e le guide linea dell’Oms e descrive le ripercussioni sulla salute dei cittadini.
  • Il prossimo G20 il 7 e 8 luglio 2017 ad Amburgo, che secondo quanto annunciato dalla presidenza tedesca sarà incentrato sull’Agenda 2030 e lo sviluppo sostenibile mediante gli SDGs (Sustainable Development Goals), gli accordi di Parigi e tre aree tematiche prioritarie: costruire la resilienza, migliorare la sostenibilità, assumersi le responsabilità.
  • Gli ultimi risultati dei “Pisa surveys”, pubblicati dall’Ocse, che valutano il livello di istruzione degli adolescenti dei principali paesi industrializzati per verificare la loro preparazione e capacità ad affrontare la società moderna. I dati sull’Italia hanno rivelato un forte divario di genere nell’istruzione.
  • I risultati di “Intrap(p)rendere green”, iniziativa inserita nell’ambito della fiera Ecomondo e patrocinata anche dall’ASviS che ha riunito una cinquantina di ragazzi delle scuole medie per approfondire il tema del riciclo di plastica e carta tramite incontri con esperti ed esperienze concrete.

Eventi più significativi della settimana scorsa nel mondo

  • Il “Second High-Level Meeting of the Global Partnership for Effective Development Co-operation” dal 28 novembre al 1 dicembre a Nairobi, in Kenya, incontro internazionale incentrato sull'ampliamento dell’impatto positivo della cooperazione internazionale allo sviluppo nei prossimi 15 anni. Il "Philanthropy Forum", evento a margine del Meeting, ha evidenziato come la filantropia possa svolgere un ruolo decisivo per rendere lo sviluppo efficace e inclusivo e ha fornito alle fondazioni la possibilità di comprendere meglio le sfide e le opportunità di una partnership per lo sviluppo.
  • Il “Thirteenth meeting of the Conference of the Parties to the Convention on Biological Diversity” dal 4 al 17 dicembre a Cancun, incentrato sulla promozione della biodiversità nelle politiche per la lotta alla povertà e il benessere umano. La conferenza ha posto particolare attenzione all’allineamento dei goal, dei target e degli indicatori (i cosiddetti Aichi target) dello Strategic plan for biodiveristy 2011/2020 con l'Agenda 2030.
  • La celebrazione di alcune importanti ricorrenze internazionali: la Giornata Mondiale del suolo il 5 dicembre, che quest’anno ha portato in Italia 430 organizzazioni ambientaliste a riunirsi, mediante l’iniziativa #salvailsuolo, per difendere il suolo e l’agricoltura sostenibile dalle minacce della cementificazione, dell’urbanizzazione selvaggia e delle speculazioni; la Giornata internazionale anticorruzione il 9 dicembre, quest'anno incentrata sulle ripercussioni della corruzione in materia di istruzione, salute, giustizia, democrazia e sviluppo e su come questo fenomeno rappresenti uno dei principali ostacoli al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile; la Giornata mondiale dei diritti umani il 10 dicembre, accompagnata quest’anno dall’invito dell’Onu ad agire nella quotidianità per difendere i diritti di qualcuno (un rifugiato, un disabile, un’omosessuale, una donna, un bambino o chiunque altro sia vittima di discriminazioni).
  • L’Internet Governance Forum dal 6 al 9 dicembre a Jalisco, in Messico, dedicato al tema dell’accessibilità a Internet per tutti e all’urgente bisogno di intensificare gli sforzi globali per porre fine al divario digitale.
  • Il “Global Forum on Migration and Development 2016” l’11 dicembre a Dacca. Nel corso dell’evento è stato presentato il Rapporto Ocse “Perspectives on Global Development” sul tema dell’immigrazione a livello internazionale, con la presentazione di quattro possibili scenari futuri.

Eventi più significativi della settimana scorsa in Italia

  • La presentazione del Rapporto Ceis Tor Vergata-Fondazione Angelini "Il valore delle imprese e la ricchezza delle regioni" il 6 dicembre a Roma presso il Senato. Il Rapporto, che fornisce dati originali ed evidenze importanti sulla ricchezza delle regioni e dei territori e il valore delle imprese, misura i processi di convergenza/divergenza negli indicatori di benessere a livello territoriale. Nel corso dell’evento si è tenuta una tavola rotonda sul tema del benessere equo e sostenibile con Francesco Boccia (Presidente, Commissione Bilancio), Enrico Giovannini (Portavoce ASviS), Giulio Marcon (relatore legge sul Bes), Ermete Realacci (Presidente commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) ed esponenti di spicco del mondo della comunicazione, Francesco Cancellato (direttore di Linkiesta) e Andrea di Stefano (direttore di Valori).
  • La Conferenza 2016 "Qualità della Vita e Sostenibilità” organizzata dall’Associazione italiana per gli studi sulla qualità della Vita (Aiquav) a Firenze dall’8 al 10 dicembre. La conferenza ha dedicato una sessione specifica al ruolo di Aiquav in ASviS, con una relazione introduttiva di Donato Speroni, del segretariato dell’Alleanza, e conclusioni della presidente di Aiquav Filomena Maggino.
  • La scadenza del termine per presentare entro l’11 dicembre la domanda di partecipazione al corso "Fundamentals and Methods for Impact Evaluation of Public Policies" della Winter School, che si terrà a Venezia a febbraio 2017.
  • La terza edizione della “Isola della Sostenibilità” dall’8 al 10 dicembre a Roma, occasione di incontro per ricercatori, esperti e appassionati per discutere sul tema del futuro sostenibile, fatto di nuove tecnologie e passione per l’ecosistema. L’edizione 2016, che ha visto tra i partner dell’iniziativa l’associazione Pentapolis Onlus, ha affrontato il tema dell’economia circolare, per trasformare i rifiuti in risorse e contribuire al processo di rigenerazione. Tra le novità, Eco in Città Expo, una vetrina sugli stili di vita “green” urbani, dove poter condividere alcune best practice utili a creare un circolo emulativo virtuoso.

I prossimi eventi

  • 12 dicembre – A Milano Prioritalia organizza "Leadership civiche per le città di domani", evento dedicato alla creazione di piattaforme collaborative per lo sviluppo urbano.
  • 12 dicembre – A Bologna è in programma la cerimonia di premiazione delle 15 imprese vincitrici della seconda edizione del “Premio regionale Innovatori Responsabili", finalizzato a valorizzare i migliori progetti di responsabilità sociale realizzati dalle imprese a favore delle scuole e dei giovani, per la crescita e l'occupazione, l'ambiente e la qualità della vita. L’edizione 2016 del riconoscimento ha voluto promuovere l'importanza e il contributo delle imprese per il raggiungimento dei 17 Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delineati nell’Agenda 2030 Onu. All'evento parteciperà anche il Portavoce ASviS, Enrico Giovannini.
  • 13 dicembre – A Roma, in occasione della Giornata internazionale anticorruzione 2016, il Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale organizza un evento di alto livello dal titolo "Lotta alla corruzione, crescita economica ed attività delle imprese italiane all’estero". Aprirà l'evento il Ministro affari esteri e cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, e interverranno il Presidente Anac, Raffaele Cantone, Francesco Greco, Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Milano, Fiorenza Sarzanini, inviata del Corriere della Sera, e Sergio Alessandrini, economista dell’Università di Modena Reggio Emilia.
  • 13 dicembre – A Roma la Cooperazione italiana organizza l’evento "Inclusione della disabilità nella cooperazione italiana", in collaborazione con la Rete Italiana Disabilità e Sviluppo e in occasione della ricorrenza della Giornata internazionale delle persone con disabilità, della Giornata mondiale dei diritti umani e dell’adozione della Convezione sui diritti delle persone con disabilità.
  • 13 dicembre – A Roma il Centro Studi e Ricerche Idos presenta il Rapporto “Immigrazione e imprenditoria 2016. Aggiornamento statistico”, in collaborazione con MoneyGram e Cna.
  • 13 dicembre – A Ravenna la Scuola del Territorio Plef 2016 presenta i risultati finali dall'analisi compiuta durante i percorsi della Scuola del Territorio "Romagna occidentale e Ravennate". All'evento interverranno le istituzioni, le imprese, i partecipanti, i soci della Fondazione e i simpatizzanti della Scuola del Territorio Plef per apprendere come le forze e le unicità del territorio contribuiscano a migliorare la competitività e il Valore Aggiunto delle imprese.
  • 13 dicembre – A Roma verrà presentata la settima edizione del report annuale sul riciclo e il recupero dei rifiuti “L’Italia del Riciclo 2016”, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Fise Unire, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, del Ministero dello Sviluppo Economico e dell'Ispra.
  • 13 dicembre – A Napoli, presso l’Istituto italiano di studi filosofici, si tiene il convegno “Il Mezzogiorno delle città: permanenze, cambiamenti e prospettive”, momento di riflessione e analisi sul ruolo e sull’importanza delle città e della dimensione urbana nelle sue principali declinazioni rispetto al tema dello sviluppo del Mezzogiorno.
  • 14 dicembre – A Roma l'Istat presenta il “Rapporto sul benessere equo e sostenibile 2016”, che illustra gli indicatori Bes e un primo insieme di indicatori sugli obiettivi di sviluppo sostenibile. Nel Rapporto 2016 saranno analizzati gli andamenti più recenti degli indicatori di benessere, con un approfondimento sulle misure di sintesi più adeguate a rappresentare l'evoluzione dei diversi aspetti del benessere.
  • 14 dicembre - A Torino si svolge una lezione magistrale di Glenn Laverack, Technical Officer dell’Health Promotion Unit dell’Oms di Ginevra, su salute, empowerment ed equità, temi centrali nel Piano Nazionale della Prevenzione e nella policy europea Salute 2020.
  • 14 dicembre – A Roma Unicri tiene la Conferenza internazionale "Partnership Forum for Action on the 2030 Agenda for Sustainable Development: Goal 16" presso la sede della Fao. L’evento vedrà anche la partecipazione del Portavoce ASviS, Enrico Giovannini.
  • 15 dicembre – A Roma si svolge il terzo congresso nazionale su "La Giustizia Alternativa" presso la prestigiosa Sala della Lupa della Camera dei Deputati (ore 9,30-17,30), con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Giustizia, e viene consegnato il secondo premio Memorial Domenico Bruni.
  • 15-16 dicembre – A Roma la Fondazione Gramsci organizza il convegno di studi “Storia globale e storia generale: per una rilettura della storia dell’Italia contemporanea”.
  • 16 dicembre – A Roma Pentapolis Onlus organizza il terzo forum nazionale "Ambiente tra informazione, economia e politica", in collaborazione con l’Università Lumsa, L’Angelicum e l’Osservatorio di Pavia. Nel corso del forum verranno presentati i risultati del terzo Rapporto dell'Osservatorio Eco-Media, nato con l'obiettivo di monitorare la copertura delle notizie ambientali da parte dei principali media italiani, e verrà assegnato anche il Premio "Giornalisti per la Sostenibilità”. L’evento vedrà la partecipazione del Portavoce dell'ASviS, Enrico Giovannini.
  • 18 dicembre – Si celebra la Giornata internazionale dei migranti, che quest’anno richiama l’attenzione sulle vite dei rifugiati e migranti rimasti vittime durante le traversate di mari e deserti in cerca di salvezza o di un futuro migliore.
  • 19 dicembre – A Roma Kyoto Club organizza il convegno finale del progetto "Sostenibilmente" presso l'Auditorium del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con il sostegno del Ministero stesso e con il patrocinio di Anci, Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, Borghi Autentici d'Italia e Alleanza per il Clima. L'evento, che sarà moderato da Francesco Ferrante, Vicepresidente di Kyoto Club, offrirà un approfondimento sui temi trattati dal progetto "Sostenibilmente" che ha visto la partecipazione di numerose scuole, enti locali e professionisti del settore ai webinar gratuiti online organizzati dal 15 settembre al 15 dicembre 2016. L'evento vedrà anche la partecipazione del Portavoce ASviS, Enrico Giovannini.
  • 19 dicembre – A Modena la Fondazione Ermanno Gorrieri organizza una proiezione con dibattito sul Docufilm “In the same boat” (nella stessa barca), che analizza come la tecnologia stia cambiando la struttura sociale del lavoro e la conseguente necessità di nuovi modelli di distribuzione della ricchezza.
  • 19 dicembre – A Roma, presso il Senato, la Fondazione Basso organizza “Grandi opere: utilità pubblica, regole del gioco e rischi per la democrazia”, in collaborazione con il Tribunale Permanente dei Popoli e la Fondazione Culturale Responsabilità Etica. L’iniziativa mira a stimolare una riflessione competente sul tema delle Grandi Opere come paradigma di sviluppo dei territori e delle comunità.


di Donato Speroni e Flavia Belladonna

 

lunedì 12 dicembre 2016
#ASviS_In_Evidenza

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale