per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

IN EVIDENZA NELLA SETTIMANA: Di fronte ai rischi su Onu e clima serve un maggiore impegno

Neanche un presidente Usa può fermare la spinta verso una più intensa collaborazione internazionale, come testimonia in questi giorni Cop 22.

Il segretario dell’Onu Ban Ki-moon, dopo un colloquio col presidente eletto degli Stati Uniti Donald Trump, si è detto "fiducioso" che Stati Uniti e Onu "manterranno i loro tradizionali forti rapporti di cooperazione per far avanzare la pace e la sicurezza, lo sviluppo sostenibile e i diritti umani nel mondo" e ha anche espresso fiducia sul fatto che il nuovo presidente americano non annullerà l'adesione degli Stati Uniti all'accordo sul clima.

C’era di che preoccuparsi, dopo le minacciose dichiarazioni di Trump in campagna elettorale, e l’ottimismo un po’ di maniera di Ban non cancella i timori di una inversione di rotta del governo di Washington su multilateralismo e clima. Di questi timori si è fatto portavoce Mathis Wackernagel, presidente del Global Footprint Network, con una lettera aperta pubblicata il giorno stesso dell’elezione di Trump, che inizia “È un understatement affermare che oggi tutti sono sorpresi, in Europa, negli Usa, in Asia, in Africa, nelle Americhe e possibilmente anche in Antartico” e si conclude invitando a un impegno comune: “We need you more than ever”.

D’altra parte, la cooperazione internazionale che ha dato origine all’Agenda 2030 e agli impegni sul clima ha una necessità e una forza che neppure un presidente americano potrà fermare. Innanzitutto perché il consenso sulle cause antropiche del mutamento di clima è ormai vasto e innegabile. Ci può essere stata qualche forzatura da parte dei teorici della climate mitigation, come ha messo in evidenza un articolo di Paolo Mieli sul Corriere della Sera, ma la sostanza del discorso resta, confermata dalle fonti più autorevoli e persino dalla Nasa. Le scelte del nuovo presidente americano possono ritardare  le politiche ambientali con gravi danni per il Pianeta, ma neppure il nuovo inquilino della Casa Bianca potrà a lungo negare la realtà dei problemi. Il disimpegno, speriamo temporaneo, degli Stati Uniti dovrà essere bilanciato da un maggiore impegno dell’Europa e di tutti gli altri Paesi che si sono impegnati sull’Agenda 2030.

Per avere conferma di quanto affermiamo, è interessante seguire quanto sta accadendo all’incontro Cop 22 di Marrakech, che deve dare un primo seguito all’accordo di Parigi. La ricchezza di incontri, di iniziative, di progetti che coinvolgono pressoché tutti i Paesi del mondo testimonia la presenza di un grande e inarrestabile movimento che non è certamente “una macchinazione cinese per ledere gli interessi americani” come ha affermato il candidato Trump in uno dei suoi discorsi.

In Italia segnaliamo la ferma presa di posizione di 17 associazioni ambientaliste sulla legge quadro di riforma delle aree protette e il comunicato della Rete per la Parità sul tema del doppio cognome (del padre e della madre). 

In materia di cambiamento climatico, richiamiamo l'attenzione sui numerosi video significativi presentati a Marrakech e sul film di Leonardo Di Caprio “Punto di non ritorno”.

Suggeriamo anche la visione del filmato realizzato da Enrico Giovannini in qualità di portavoce ASviS per il Center for Economic Development & Social Change di Napoli.

Nei giorni scorsi il sito ASviS ha anche riferito su:
- il Rapporto “GreenItaly 2016” sugli effetti benefici della green economy, modello in crescita che favorisce l’occupazione e le imprese;
- Il Rapporto dell’Unicef “Clear the air for children” che rivela dati allarmanti relativi all’inquinamento e la salute dei bambini;
- il prossimo High Level Political Forum dal titolo "Sradicare la povertà e promuovere la ricchezza" che si terrà a New York dal 10 al 19 luglio 2017 per monitorare gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Eventi più significativi della settimana scorsa a livello internazionale

Eventi più significativi della settimana scorsa in Italia

  • La presentazione dei risultati della ricerca "Sostenibilità e futura classe dirigente" il 7 novembre a Milano, condotta dall’Istituto di Ricerche di Marketing Astarea negli atenei italiani.
  • La 20esima fiera delle tecnologie green “Ecomondo e Key Energy” dall’8 all’11 novembre a Rimini, organizzata da Italian Exhibition Group, per confrontarsi su come la tecnologia possa garantirci un futuro più sostenibile. Nel corso della manifestazione si sono svolti vari altri eventi, tra i quali ricordiamo:

- Gli Stati Generali della Green Economy promossi dal Consiglio Nazionale composto da 64 organizzazioni di imprese rappresentative della green economy in Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il Ministero dello Sviluppo Economico, l’8 e 9 novembre. L'incontro è stato incentrato sulla promozione di un orientamento differente dell’economia italiana in grado di aprire nuove opportunità di sviluppo durevole e sostenibile ed indicare la via d’uscita dalla crisi economica e climatica.
- L’evento "Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs): una sfida per tutte le professioni" organizzato da Aias l’11 novembre per discutere delle nuove opportunità professionali che derivano dagli impegni dell’Agenda 2030 e le competenze necessarie per svolgere al meglio il ruolo di protagonisti del cambiamento.
- A Ecomondo sono anche stati presentati i risultati di Intrap(p)prendere green, iniziativa di riutilizzo di materiali che ha coinvolto 50 ragazzi di Santarcangelo di Romagna, svoltasi con il patrocinio dell’ASviS.

  • Il seminario “Politiche per ridurre le diseguaglianze” l’8 novembre a Roma organizzato da Arel, con la partecipazione del Portavoce ASviS, Enrico Giovannini.
  • L’evento "Le sfide poste dalla crescente disuguaglianza e il ruolo dell’Italia. Prospettive, strumenti, politiche" organizzato da Oxfam il 10 novembre a Roma presso la Camera dei Deputati, per un confronto con i decisori politici sull’azione politica necessaria per invertire la rotta alla luce dell’impegno preso sulla riduzione delle disuguaglianze nell’ambito dell’Agenda 2030. Nel corso dell’incontro è stato presentato il sondaggio “Disuguitalia” sulla percezione delle disuguaglianze da parte degli italiani.
  • La conferenza "Nel cuore della Nuova Grande Trasformazione. La sfida dei cambiamenti tecnologici, ambientali e demografici su scuola, ricerca, lavoro, impresa, territorio” organizzata da Adapt il 10 novembre a Bergamo per riflettere e confrontarsi sull'impatto che grandi sfide avranno su diversi settori.
  • L’evento di lancio del bando “MigraVenture” l’11 novembre a Roma presso la sede dell’Organizzazione Internazionale per le migrazioni, per sostenere gli imprenditori migranti che intendono avviare o consolidare un’attività d’impresa in Africa.
  • Il convegno internazionale “The Future of Work: a Matter of Sustainability” di Adapt l’11 e 12 novembre a Bergamo, incentrato sui cambiamenti in atto nel mercato del lavoro per reagire e affrontare le sfide della contemporaneità.
  • Nell’ambito delle audizioni parlamentari in preparazione della nuova Legge di Bilancio è da segnalare una significativa dichiarazione del direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci: "Per le imprese si profila un'assunzione di responsabilità nell'ottica di un nuovo modo di fare impresa, antidoto alla disgregazione sociale contro tutte le diseguaglianze, economiche, sociali, di genere, territoriali e generazionali. Confindustria sostiene questa visione perché ritiene che il rilancio degli investimenti privati e lo sviluppo sostenibile siano centrali nella politica industriale dei prossimi anni e i fattori che più incideranno sulla competitività del sistema Paese". 

I prossimi eventi

  • 14 novembre – Durante la Cop 22 sul clima a Marrakesh, il Crea tiene il side event “Land degradation monitoring and assessment for climate change mitigation and adaptation. A synergistic approach to achieve the agenda 2030 goals: the italian experience”, organizzato in collaborazione con Cnr, Enea e Ispra, alle ore 10,30 presso il Padiglione Italia.
  • 15 novembre – A Roma il gruppo di lavoro Finanza di Kyoto Club, coordinato da Mauro Conti, organizza il convegno "Efficienza energetica, rinnovabili e mobilità elettrica: un'agenda per il 2017" presso lo Spazio Europa.
  • 15 novembre – A Roma si svolge la conferenza "Il nuovo pacchetto sull'economia circolare: impatto e nuove opportunità per le PMI" presso l’Auditorium CNA Nazionale.
  • 15-18 novembre – A Ginevra è previsto il quarto appuntamento per l'Inter-agency and Expert Group on Sustainable Development Goal Indicators (IAEG-SDGs), organizzato presso la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite, per perfezionare il sistema di monitoraggio degli SDGs. Nei primi due giorni (15-16 novembre) si terrà l’assemblea dei paesi membri, mentre nei due giorni seguenti (17-18 novembre) si svolgerà una sessione plenaria alla quale tutti i paesi, agenzie e organizzazioni internazionali e altri stakeholder sono invitati a partecipare.
  • 15-24 novembre – Il Forum per la Finanza Sostenibile promuove anche quest’anno la "Settimana sugli investimenti sostenibili e responsabili", principale iniziativa italiana sul tema della finanza sostenibile. Il calendario della quinta edizione include undici conferenze ad ingresso gratuito che si svolgeranno tra Milano e Roma per discutere, tra gli altri temi, il cambiamento climatico, l’impact investing, l’importanza degli aspetti ambientali, sociali e di governance (Esg) per le Fondazioni Italiane, l’educazione finanziaria e la tutela dei diritti dell’infanzia.
  • 16 novembre – A Roma Save the Children e Treccani presentano l’atlante dell’infanzia a rischio 2016 “Bambini e supereroi” alle ore 11 presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana. Il Rapporto fornisce una fotografia sullo stato di bambine, bambini e adolescenti che, come i supereroi dei fumetti, si trovano a vivere in contesti che presentano carenze e barriere che devono superare quotidianamente per avere accesso ai propri diritti.
  • 16 novembre - A Roma si svolge il convegno “La salute in Italia: analisi e approfondimenti dalle indagini Istat” presso l’Aula Magna dell’Istat alle ore 9.30. Il convegno, che presenta i dati relativi a tre tematiche (salute e gruppi vulnerabili, prevenzione e assistenza sanitaria), rappresenta un’occasione di confronto sulle prospettive e i futuri sviluppi delle indagini di popolazione sui temi della salute, per poter rispondere alle esigenze informative della programmazione sanitaria.
  • 17 novembre – A Roma si tiene l’evento "Authority e Consumatori. Dalla sharing alla social economy" presso Unioncamere, organizzato da Consumers’ Forum per discutere insieme alle maggiori Authority italiane della tutela dei diritti di cittadini, utenti e consumatori.
  • 17-18 novembre – A Roma l’Università Luiss organizza il convegno internazionale “Integrated Thinking & Reporting” sul tema del reporting integrato, per comprendere al meglio il rapporto tra la sostenibilità e la sua influenza sugli investimenti e le decisioni delle imprese.
  • 18-19 novembre – A Roma la Fondazione Masi, in collaborazione con Bicitaly, organizza l’evento “Bikeconomy Forum” presso il Museo Maxxi, che sarà strutturato in quattro sessioni: ambiente e sostenibilità, tecnologia e innovazione, salute e wellness, economia e turismo. 
  • 18-20 novembre – A Rimini si svolge il "Quinto Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute", organizzato da Senior Italia FederAnziani. Il congresso, che vedrà la partecipazione del portavoce dell’Alleanza, Enrico Giovannini, sarà strutturato in sessioni di lavoro medico-scientifiche e in sessioni aperte al pubblico, alla presenza delle più alte cariche dello Stato. L’evento avrà quale presidente l’on. Giovanni La Via, presidente della Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento Europeo, e quale presidente onorario il ministro della salute, l’on. Beatrice Lorenzin.
  • 21-23 novembre – A Milano Fondazione Pubblicità Progresso organizza il Festival della Comunicazione Sociale per promuovere l’attenzione ai valori sociali e il ruolo della comunicazione per coinvolgere le persone.
  • 22 novembre – A Roma Assifero, Acri e Il Sole 24 Ore organizzano l’evento “Crowdfunding: una nuova opportunità di crescita per il territorio”, in collaborazione con Eppela, la prima piattaforma di crowdfunding in Italia.
  • 22 novembre – A Piacenza verrà presentata la pubblicazione "Liberi di muoversi" sul progetto pilota svolto da due scuole primarie del comune di Piacenza per la sperimentazione di un percorso partecipato che ha permesso la redazione condivisa di un curriculum scolastico che promuove salute e sostenibilità dentro e fuori la scuola. L’evento vedrà la partecipazione di Donato Speroni, membro del Segretariato ASviS.
  • 22 novembre – A Milano si tiene l’evento “Everyone a Changemaker - Fai la tua parte!" per presentare gli imprenditori sociali di Ashoka Italia e le possibilità di diventare parte attiva di questo movimento che invita ogni individuo ad essere innovatore e attivare il cambiamento.
  • 22-23 novembre – Il Ministero dell’Ambiente organizza la “Conferenza nazionale sull’educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile - Stati Generali dell’Ambiente”, occasione di confronto tra esperti di associazioni, istituzioni, imprese e università su specifiche tematiche, tra cui “Agenda 2030: educazione allo sviluppo sostenibile, modelli innovativi di impresa e consumo”. L’evento vedrà la partecipazione di Enrico Giovannini, Portavoce dell’ASviS, e dei membri del Segretariato Martina Alemanno, Giulio Lo Iacono e Patricia Navarra.
  • 22-23 novembre – A Milano Feem organizza la conferenza "Climate-induced Migration" sulla comprensione dell'impatto che i problemi ambientali di natura climatica hanno sui sistemi umani, con particolare attenzione al fenomeno migratorio. Esperti provenienti da settori diversi ma focalizzati sulle migrazioni si confronteranno sul tema.
  • 22-24 novembre – A Singapore si tiene la quinta sessione del Responsible Business Forum on Sustainable Development "Innovation and collaboration to deliver global goals", il più grande evento dell'anno su responsible business e SDGs della regione Asia-Pacifico, che coinvolgerà importanti rappresentanti di governi, settore privato, organizzazioni internazionali e Ong per esaminare i 17 obiettivi attraverso casi studio e prospettive diverse.

a cura di Donato Speroni e Flavia Belladonna

lunedì 14 novembre 2016
#ASviS_In_Evidenza

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale